Andrà tutto bene

Le relazioni sono parte integrante e fondamentale della nostra vita. Sono ciò che ci sostiene e che ci fa sentire vivi. Che si tratti del bacio della buonanotte ad un figlio, dell’abbraccio di un amico che non vediamo da tempo, del tenere per mano un nostro parente o un genitore, del sedersi accanto ad un collega a pranzo, o del semplice sorriso di uno sconosciuto incrociato per caso… Tutte queste connessioni fanno parte della nostra vita, nutrono la nostra anima e ci aiutano ad andare avanti nei momenti difficili.

Continua a leggere

Ci ami… Ma quanto ci ami?

Ricordate la pubblicità tormentone degli anni Ottanta “Marco mi ami? … Ma quanto mi ami?” con la giovanissima Yvonne Sciò intenta ad interrogare al telefono il suo innamorato e a tranquillizzare sua madre circa il costo della telefonata?

Yvonne Sciò nello spot della Teleselezione Sip.

Continua a leggere

Creattiva Quilting School

Il tempo di rientrare dal nostro viaggio a Lucca (leggi l’approfondimento dedicato qui), ed è già ora di preparare i bagagli per la Fiera Creattiva di Bergamo!

Ci aspettano 4 intensi giorni di presenza ed attività informativo-divulgativa presso un’area dedicata a corsi gratuiti di patchwork e quilting, e non vediamo l’ora di incontrare le corsiste e centinaia di visitatori!

Continua a leggere

Punti Terrificanti 💀 🎃 👻| Halloween con Susan

Buongiorno a voi, e buon inizio di settimana! Siamo solo a settembre, ma come ben sapete il mondo della creatività si muove con largo anticipo ed è sempre 3 passi più avanti per poter realizzare progetti di ogni sorta!

L’anno scorso vi abbiamo parlato di Susan Ache {@yardgrl60 se siete su Instagram} e dei suoi quake sampler a punto croce. Soggetti tipici dello stile tradizionale, rielaborati in chiave moderna grazie ad audaci scelte di layout e colore.

Continua a leggere

Il nostro filo più sottile 🧵

Tre anni fa abbiamo introdotto un filato studiato appositamente per l’appliqué a mano, ben presto diventato punto di riferimento anche per i lavori a mano più delicati ed il quilting a macchina più particolareggiato.

Il Cotone Mako 80 Aurifil è un filato ritorto a 2 capi, liscio, estremamente sottile – ma, nel contempo, abbastanza resistente – avvolto su spole piccole in legno naturale di faggio tinta ciliegio. E’ disponibile in una gamma di 88 colori.

Continua a leggere

La spola più grande del mondo è in Cotone Aurifil! 🧵

La spola più grande del mondo si trova nel giardino del Missouri Quilt Museum ad Hamilton, MO (USA) e misura circa 6.70 mt in altezza x 2.44 mt di diametro. Una vera attrazione per la città, che è stata definita da Forbes – autorevole business magazine bisettimanale statunitense, ndr. – “la Disneyland del Quilting”!

Continua a leggere

Il ritorno di Lorraine | 2 nuovi workshop

I suoi meravigliosi masterpiece d’arte tessile hanno rubato il cuore di migliaia di appassionati in tutto il mondo. Abbiamo avuto l’onore di conoscerla di persona ed il piacere di averla qui con noi lo scorso anno per apprendere la sua innovativa tecnica del fabric collage e cimentarci nell’esecuzione di alcuni soggetti ad essa ispirati. Ci siamo lasciati con la promessa di rivederci presto per continuare a creare insieme con ago, filo – il nostro, Aurifil! – tessuti ed elementi decorativi vari.

Siamo pertanto lieti di annunciarvi che Lorraine Turner – artista tessile, designer, illustratrice ed autrice pluripremiata – tornerà in Italia nel mese di maggio per 2 nuovi workshop nelle città di Perugia e Roma.

Continua a leggere

Filati Aurifil per quilt “come tu li vuoi”

Se fino ad oggi avete utilizzato i nostri filati solo per il piecing, bè… Permetteteci di dire che è un vero peccato! Vi siete persi la maggior parte del divertimento. Sì, il nostro Cotone Mako 50 – il filato Aurifil più noto e venduto in tutto il mondo – è particolarmente indicato per tale uso. Ma non si limita ad esso! E se considerate che esistono almeno altre 5 varianti, le possibilità creative si moltiplicano. Curiosi di scoprire quante altre cose divertenti si possono fare? Buona Lettura!

Continua a leggere

Finalmente ci si vede!

In un battito di ciglia è già trascorsa la prima metà di gennaio e, anche se con un po’ di ritardo, vogliamo farvi i nostri più calorosi auguri per un Felice Anno Nuovo!

E dopo questa piacevole parentesi, siamo pronti a ripartire a tutto patchwork (e non solo!) in compagnia di una donna che si è particolarmente distinta nel panorama italiano negli ultimi 20 anni per il suo impegno in prima persona a diffondere la passione per il patchwork, facendo conoscere la sua città – Rossano Calabro – e portandovi i maggiori esponenti nazionali di quest’arte.

Non da ultimo, è probabile che molti di voi abbiano nel proprio repertorio una o più delle sue recenti pubblicazioni in collaborazione con la casa editrice Corrado Tedeschi.

Avete capito di chi si tratta? Diamo il benvenuto sul nostro blog a Maria Rosaria Nola Bonaccorsi!

M.R. è psicopedagogista ed insegnante di scuola primaria, quilter ed autrice. Cresce guardando i mitici film western e La Casa nella Prateria, serie tv degli Anni Ottanta e Novanta che narra le difficoltose vicissitudini di una tradizionale famiglia americana della seconda metà del 1800 in un paesino sperduto del Minnesota. Grazie a queste pellicole scopre il culto per il patchwork ed il lavoro manuale e ne rimane profondamente affascinata.

Il suo primissimo quilt sarà un log cabin con un quadratino rosso centrale volto proprio a rappresentare il calore del focolare domestico. Da allora, in ogni suo lavoro sarà sempre presente almeno un dettaglio di questo colore.

img-20190121-wa0001

Il Log Cabin di M.R. in bella mostra sul letto della sua camera matrimoniale.

Il patchwork tradizionale va ben oltre il semplice accostamento di stoffe che scaturisce in una composizione esteticamente bella. Ogni blocco o figura – sia esso una stella, un log cabin, o un cd. passo dell’ubriaco – ha un nome che lo riconduce ad una storia. L’essenza stessa del patchwork è la storia, il raccontare qualcosa. E’ una dimensione tessile ricca di simbologia da comprendere e da approfondire, su cui M.R. non è mai stanca di documentarsi cercando cenni storici nel passato, soprattutto nella letteratura (ad esempio, nei romanzi).

Conoscere, amare, praticare ed insegnare il patchwork ha significato per me l’ingresso in un mondo nuovo, coloratissimo e fatto di preziosi incontri. Molti di questi si sono spontaneamente evoluti in vere e profonde amicizie. Ho collaborato e contribuito all’organizzazione di diversi eventi e mostre dal 2005 al 2017. Ad esempio, mi piace ricordare l’evento rossanese della Settimana del patchwork – che consisteva in una felice combinazione di concorso, mostra e corsi al quale intervenivano le principali personalità esponenti del patchwork italiano. Sono stata per molti anni Delegata regionale della Calabria per Quilt Italia e, anche in virtù di questo ruolo, ho tessuto una fitta rete di conoscenze interessanti e stimolanti.

Il patchwork è una vera e propria passione, che ama anche trasmettere a grandi e piccoli, facendo della seguente filosofia il proprio credo:

Chi è nato con dei talenti ha il dovere morale di coltivarli e di metterli al servizio degli altri.

img-20190121-wa0002

La Rosa dei Venti realizzata da M.R. per il figlio Marco, in occasione dell’inizio del suo percorso universitario.

 

Tenete gli occhi puntati sul nostro blog e sulla nostra Pagina Facebook nei prossimi giorni per scoprire di più sulla nostra prima ospite dell’anno. Sveleremo presto anche una bella sorpresa!

*************************

Per approfondire la conoscenza con Maria Rosaria Nola Bonaccorsi:

FacebookPagina FB  |  Blog  |  Instagram  |  Pubblicazioni